7 - Condizioni ottimali di esercizio in geobiologia

             Nel Capitolo 5 sono stati indicati i procedimenti per i rilievi radioestesici della geobiologia, applicata alle strutture chiuse, alle abitazioni, uffici, ecc.

Le condizioni ottimali delle stanze, dei mobili, ecc., sono analizzati in dettaglio in questo capitolo.

Il radioestesista può così mettere a confronto lo stato reale della struttura con le condizioni ideali di esercizio.

*****

            7.1 - Forme delle stanze e soffitti

             Le stanze delle abitazioni, per rispondere a delle condizioni ottimali per l'uomo, devono avere forma regolare, o rettangolare o quadrangolare con gli angoli regolari. Evitare di ricavare nelle stanze appendici per armadi o similari.

             Il soffitto deve essere piano, parallelo al pavimento.

Se assume qualsiasi inclinazione, crea problemi all'interno della stanza.

             Le forme irregolari delle stanze e dei soffitti emettono delle onde di forma, che vanno a creare fastidi agli esseri viventi.

             I rilievi delle reti H e C hanno denunciato che nelle stanze a forma quadrata regolare si riflettono delle reti innocue, parallele ai muri, e sistemate all'interno delle stanze.

Le riflessioni, le rifrazioni, le diffrazioni, le diffusioni delle varie energie frequenziali, sia negative sia positive, riempiono tutto il volume interno delle stanze a forma regolare.

Se le forme sono irregolari, queste energie agiscono in modo disordinato e nuocciono agli abitanti.

In particolare, questo avviene se il piano del pavimento è situato in alto rispetto al piano di equilibrio del terreno, specie nei condomini a molti piani, a partire dal sesto in su.

 ***** 

            7.2 - Tinteggiatura delle pareti delle stanze e soffitti, delle pareti esterne.                

            Le pareti ed i soffitti sono soggetti all'operazione denominata, impropriamente, imbiancatura o tinteggiatura.

Il trattamento può effettuarsi in vari modi: con tempera a calce, con tempera a calce con collanti, con trattamenti lavabili, con l'applicazione di carta da parati, con l'applicazione di tessuti, con l'applicazione di listelli di legno detto perlinatura, con listelli di sughero, ecc.

             Le pareti, come tutte le altre parti degli appartamenti, hanno necessità di scambiare con l'aria esterna, in pratica di respirare[1].

Le pareti sono delle superfici piane che subiscono, pur se porose e molto assorbenti, tutte le vibrazioni energetiche e tutti i fenomeni fisici della riflessione, della diffusione, della rifrazione, della diffrazione, ecc.

Pertanto tutte le energie negative presenti nelle stanze sono continuamente rimescolate e mantenute in circolazione nel volume della stanza. Esiste una specie di continuo riciclaggio del negativo.

Tutto l'esistente all'interno delle stanze, esseri viventi compresi, è colpito continuamente ed incessantemente dalle radiazioni di qualsiasi genere sia benefica sia malefica.

             Se le pareti sono in grado di rilasciare sostanze volatili, denominate VOC, queste entrano nel gran circolo, non visibile all'uomo, ma purtroppo esistente. 

            L'uso delle carte da pareti è da scartare perché sia la carta sia il collante hanno componenti sintetici, che irradiano nell'ambiente energie negative. Una aggravante è costituita dai disegni vistosi a colori forti che emettono onde di forma negative.

             Anche per le pareti ricoperte da tappeti occorre tenere in forte considerazione i disegni ed i colori, per l'emissione di forme d'onda, e la presenza di molti elementi patogeni come i microrganismi, che possono procurare le allergie.

             Le condizioni migliori per la costruzione delle pareti e soffitti sono l'utilizzo di materiali neutri, non certamente la moderna malta con componenti sintetici, il cartongesso o i pannelli sintetici.

             La tinteggiatura migliore è quella con pasta di calce senza collanti sintetici. Tutti gli altri sarebbero da evitare.

             Le pareti ed i soffitti subiscono anche l'effetto memoria, assorbendo e trattenendo tutti gli avvenimenti che si svolgono dentro le stanze, rilasciandoli poi nel tempo.

Col trascorrere del tempo, sulle superfici si depositano queste energie in forma stratificata su altre energie ad effetto negativo, es. tutte le emozioni e gli eventi negativi avvenuti nell’ambiente. Queste radiazioni vanno ad alterare completamente l'ipotesi iniziale di partenza, di utilizzare tempere senza collanti sintetici, per consentire a quelle pareti di non emettere radiazioni nocive all’uomo (Vedi per l'effetto memoria il § 3.8.1.h e successivi). Dopo qualche anno le stanze sono immerse in tutte queste energie non idonee all’uomo. Le frequenti imbiancature, il cosiddetto rinfrescare la stanze con la nuova tinteggiatura, hanno il compito di annullare, azzerandole, tutte le precedenti radiazioni dovute unicamente all’effetto memoria, ripristinando anche le radiazioni del colore scelto.

             Le colorazioni delle pareti hanno una enorme influenza sul tipo di atmosfera che gravita all'interno delle stanze.

È noto che ogni superficie colorata trattiene tutto lo spettro dei colori del prisma, eccetto quello della frequenza che rappresenta il colore in esame.

È positivo quindi scegliere un colore per ogni stanza, in stretta relazione con l'uso che se ne deve fare.

Da evitare il colore bianco e il nero in qualsiasi ambiente. (Vedi § 4.1).

La scelta del colore nero per le sale cinematografiche e di spettacolo è dovuta ad esigenze di visione, ma non produce alcuna positività all'interno. Ha il massimo di assorbimento delle radiazioni.

Il bianco ha la funzione di indurre depressione nelle persone. Ha il massimo di riflessione delle radiazioni.

I colori chiari hanno un buon coefficiente di riflessione delle radiazioni.

             I colori sono stati studiati da molti scienziati, in vari secoli, da Christian Huygens a Isaac Newton, da Thomas Young a James Clerk Maxwell, ed a tanti altri.

La cromoterapia usa i colori per dare benefici alle persone, ed è compresa in una serie di trattamenti, iniziando dalla psicoterapia fino a giungere alla cromopuntura, ai fiori di Bach caricati di colori, all'aura-soma, ecc.

 

Nelle stanze, in generale, vanno usati colori chiari, che hanno la prerogativa fondamentale di assorbire poco le radiazioni vaganti.

Per le camere da letto vanno usati colori che conciliano il sonno, tipo il verde e l'azzurro che infondono riposo, e richiamano psicologicamente un ambiente materno.

Negli studi o sale di lavoro un colore con tonalità gialla, che dia energia e luminosità all'ambiente, che esprima solarità con analogia alla luce emessa dal sole.

Nei salotti dei colori caldi che conferiscano senso di benessere, di serenità.

Nei bagni colori vivi, escludendo il rosso, che eccita tutti i sensi primordiali e rende aggressivi.

Nei locali di studio un colore arancio chiaro che aiuti l'applicazione o la capacità mnemonica, ed è moderatamente stimolante.

Nelle cucine servono colori caldi, come le tonalità del giallo che tonifica, e trasmette il caldo della famiglia.

             Per le stanze dei bambini vanno usati colori più intensi, sempre considerando la finalità della tinta. Pertanto diversificare la colorazione della stanza dei giochi, dove si svolgono prevalentemente le attività ludiche, quindi inducendo energia, dalla stanza da letto che al contrario deve portare al sonno, infondendo sicurezza e mantenendo nel bambino quel senso di protezione materna. La vivacità dell’infanzia va sostenuta anche nei colori delle stanze e degli arredi.

             È da escludere il colore rosso che rappresenta un eccitante inadeguato. E' usato solamente in strutture dove è necessario stimolare le persone, specialmente in campo sessuale, negli ambienti dedicati al sesso.

 

Scheda tecnica per i locali scolastici

 Nelle scuole materne e asili nido la colorazione delle pareti va selezionata a seconda delle attività. Nelle sale di attività ludica e didattica i colori possono andare dalla tonalità del giallo chiaro a quella del rosso chiaro, evitando i colori molto forti che suscitano nei bambini forti emozioni e li spingono alla eccitazione emotiva. L’ambiente deve apparire solare e a tonalità calda, rassicurante, con sfumature di richiami materni.

Per le sale dedicate al periodo di riposo le pareti devono infondere un’azione calmante e rassicurante, quindi sarebbe opportuno l’uso di colori chiari della tonalità del verde e dell’azzurro.

I soffitti dovrebbero essere di colore tendente al bianco.

Queste colorazioni sono idonee alla illuminazione artificiale con lampade al neon, del tipo a tonalità calda, che hanno una colorazione rosa chiaro, evitando quelli con il tubo a colorazione bianco latte che crea fastidio agli occhi.

Nelle scuole elementari le pareti delle aule devono rispondere ai requisiti di infondere energia agli alunni, mantenendo l’applicazione e l’attenzione per il maggior tempo possibile. Pertanto uso di colorazioni che vanno dal giallo chiaro all’arancio e rosa chiaro. I soffitti di colore tendente al bianco. Per l’illuminazione artificiale vale quanto indicato sopra.

Negli istituti superiori e scuole dell’obbligo la finalità della colorazione delle pareti è quella di aiutare gli studenti all’applicazione continua per molte ore senza perdere l’attenzione. Pertanto uso di colori sul giallo chiaro e arancio chiaro. I soffitti di colore tendente al bianco. Per l’illuminazione artificiale vale quanto indicato per le scuole materne.

Nelle aule magne che ospitano molte persone, i colori delle pareti hanno il compito di mantenere lo stato di attenzione senza offrire distrazioni, conferire ampio respiro psicologico, per cui i colori idonei vanno dal giallo chiaro all’arancio chiaro. I soffitti di colore tendente al bianco.

L’illuminazione artificiale deve mantenere queste prerogative, per cui vanno scelte lampade che possano conferire queste aspettative e non tendere alla sola forte illuminazione. 

Le tinteggiature esterne dei fabbricati richiedono una certa attenzione nella scelta dei colori e del tipo di prodotto usato.

La tinteggiatura della parete deve poter mantenere la traspirazione, proteggendo l’intonaco dagli agenti corrosivi e dalle precipitazioni.

I colori scelti, tralasciando il significato psicologico, devono soddisfare alcune esigenze, ad es. assorbire poco le radiazioni atmosferiche in qualsiasi stagione dell’anno, mantenendo una temperatura mite anche nel periodo estivo.

Inoltre per le città, si presenta il fenomeno del surriscaldamento nel corso di tutto l’anno, dovuto alle pareti che assorbono durante il giorno e cedono durante la notte.

È noto il fenomeno delle isole termiche dentro le città.

I colori delle pareti devono essere chiari, di tutte le tonalità, con la preferenza verso quelle del giallo, perché mantengono l’energia più stabile nelle pareti. Si esclude l’uso del colore nero.

               La seguente scheda costituisce una linea guida per la scelta dei colori consigliati nelle stanze, negli uffici, ecc.

 

Scheda tecnica per la scelta dei colori da applicare alle stanze e uffici, e pareti esterne,

per conseguire i migliori effetti benefici

 

Luogo

 

Colore

Effetto sull'individuo

Stanze in generale

Pareti - Colori sempre chiari, con esclusione della tonalità del rosso, che hanno un effetto memoria, con esclusione del bianco.

 

Trasmettono senso di benessere, di tranquillità, di luminosità, conferendo un tono generale di benessere.

 

Soffitti – colori sempre chiari, incluso il bianco.

 

 

Bagno

Pareti - Colori vivi, escludendo il rosso.

Trasmettono senso di benessere, di tranquillità, di luminosità, conferendo un tono generale di benessere.

 

Soffitti - Colori sempre chiari, incluso il bianco.

 

 

Cucina

 

Pareti - Tonalità del giallo o del celeste.

Trasmettono senso di energia, tonificano, e il senso caldo della famiglia.

 

Soffitti - Colori sempre chiari, incluso il bianco.

 

 

Salotto

Pareti - Tonalità del giallo e del rosa.

Trasmettono senso di benessere, di tranquillità, di tonicità, di intimità e di ben-venuti agli ospiti. Colori caldi.

 

Soffitti - Colori sempre chiari, incluso il bianco.

 

 

Studio generico

Pareti - Tonalità del giallo.

Stimolante della mente e trasmette energia, tonifica, infonde sicurezza e ben-essere.

 

Soffitti - Colori sempre chiari, incluso il bianco.

 

 

Sala di studio

Pareti - Colore della tonalità arancio oppure sfumature di rosa e turchese.

 

Favoriscono la memorizzazione e stimolano la mente e interrompono schemi di pensiero troppo rigidi, trasmettono tonicità, elevando lo stato della mente spingendo verso l’uso dell’intelletto.

 

Soffitti - Colori sempre chiari, incluso il bianco.

 

 

Camera da letto

Pareti - Toni del blu e del verde chiari.

Anche il violetto chiaro.

 

Colori freschi che conciliano il rilassamento ed il sonno, conferiscono riposo, calma, serenità, sono avvolgenti ed esprimono sicurezza quasi come nello stato infantile.

 

Soffitti - Colori sempre chiari, incluso il bianco.

 

 

Uffici

Colori luminosi che riflettono la luce, tipo tonalità del giallo, con giusta luminosità e distribuzione luminosa.

 

Favoriscono la riduzione dell'illuminazione artificiale dannosa per gli occhi, e infondono energia e tonalità, tranquillità e sicurezza, quasi come alla luce del sole.

 

Soffitti - Colori sempre chiari, incluso il bianco.

 

 

Pareti esterne

Tonalità dei colori chiari, eccetto il nero, con preferenza per quelle del giallo.

Devono assicurare la respirazione delle pareti, proteggendo l’intonaco dagli agenti corrosivi e dalle precipitazioni;

devono assicurare una stabilità della temperatura delle pareti nelle varie stagioni.

 

Stanza giochi per bambini

Colori gioiosi e luminosi, con eccezione del bianco e del nero. Evitare il rosso intenso.

 

Trasmettono energia e inducono allegria nel mondo ludico dei bambini.

Soffitti - Colori sempre chiari, incluso il bianco.

 

 

Camera da letto per bambini

Colori delle pareti dei toni blu e verde chiari.

 

Conciliano il sonno e conferisono calma, sicurezza e serenità.

Soffitti - Colori sempre chiari, incluso il bianco.

 

 

 *****

             7.3 - Pavimenti

             I pavimenti delle stanze vanno scelti di materiali neutri, evitando ad esempio il granito che può rilasciare il gas Radon, o le ceramiche ad alta radioattività (Vedi § 3.9.e).

             I colori possono spaziare in tutto lo spettro, escludendo il bianco puro e il nero puro.

             I parquet di legno vanno scelti di un tipo che non sia dotato di intenso effetto memoria. I materiali per la posa e il trattamento finale non devono rilasciare sostanze volatili, tipo la formaldeide. Vanno trattati, nel finale, possibilmente con olio e cera.

            Le moquette sono da escludere se non di lana o di fibre naturali, tipo sisal o cocco, tenendo ben presente di non calpestarle con scarpe, trattandole e pulendole di sovente per evitare i molti elementi patogeni che si formano.

Così pure per i tappeti, sia sintetici sia naturali. Quelli naturali vanno frequentemente puliti, areati e disinfettati per la rapida formazione di parassiti, mentre i sintetici possono rilasciare a lungo sostanze volatili dannose.

Possibilmente è da evitare di calpestarli con le scarpe, poiché assorbono le energie negative trasmesse dalle calzature che trasportano ogni tipo energetico trovato ovunque.

             Per i pavimenti di nuova installazione evitare il più possibile i collanti sintetici, per il lungo periodo di rilascio di sostanze volatili VOC.

             Per tutti i materiali, quando è possibile, è bene consultare l'elenco delle sostanze tossiche o nocive, emesso dal Ministero della Sanità italiano[2].

             La scheda riepilogativa consente una sintesi di quanto su esposto.

 

Scheda tecnica per la scelta dei pavimenti delle stanze per conseguire i migliori effetti benefici

 

Luogo

 

Colore

Effetto sull'individuo

Pavimenti in genere

Tutti i colori evitando il bianco e il nero puro, tendenzialmente verso il colore chiaro.

 

Evitare i colori scuri e il bianco perchè producono effetti depressivi e sprigionano energie negative

Pavimenti in moquette

Solo di lana o di materiale naturale, colori chiari. Evitare i disegni per l’emissione di onde di forma.

 

Da trattare di sovente per evitare gli elementi patogeni. Possibilmente da non calpestare con le scarpe.

 

Carta da pareti

Colori vari, tendenzialmente sul chiaro, con pochi disegni.

Attenzione al tipo di carta ed ai disegni che emettono onde di forma negative. Usare collanti naturali.

 

Parquet di legno

Colori vari, preferibilmente verso la tonalità chiara.

Tipo di legno con basso coefficiente d'effetto memoria, con attenzione ai legni equatoriali.

Evitare il materiale di posa e il trattamento contenenti formaldeide;

preferire trattamento finale e di mantenimento con olio e cera naturale.

 Particolare attenzione al tipo di taglio del parquet, al verso del legno, alla forma e nella posa, all’orientamento per evitare concentrazioni energetiche, che possono provocare stati temporanei di malessere.

 

Pavimenti in granito

Colori vari, preferibilmente verso il colore chiaro, evitando il bianco ed il nero.

 

Attenzione alla provenienza per il rischio del rilascio del gas Radon.

Richiedere certificazione.

Ceramica

Colori vari, evitando il bianco ed il nero.

Attenzione al tipo con la componente radioattiva molto alta.

Richiedere certificazione.

 

Tappeti sintetici e naturali

Colori vari, evitando il bianco ed il nero.

Attenzione ai disegni che emettono onde di forma.

Attenzione alle forme d'onda emesse; per i naturali sono necessari una pulizia e disinfezione frequente, eseguite da personale competente, con una frequenza massima di 7 ÷ 8 anni[3]: in caso di necessità eseguirla prima; per i sintetici attenzione al rilascio di sostanze volatili dannose.

 

*****

 7.4 - Arredo delle stanze

 L'arredo delle stanze va ben studiato dal punto di vista geobiologico, per evitare grossi problemi.

I mobili di legno non devono rilasciare sostanze volatili VOC, che hanno un tempo di esaurimento molto lungo. Non ha effetto il degassamento preventivo condotto per un certo periodo. Il loro trattamento migliore è con olio e cera.

La costruzione più idonea è in legno massello, del tipo a basso coefficiente d'effetto memoria.

Le strutture, molto diffuse, costruite in truciolato laminato presentano il comune difetto del rilascio di sostanze volatili.

Per la zona giorno vari colori da usare o colore naturale, legno a basso effetto memoria. Evitare il trattamento di laccatura.

Per la zona notte preferibile il colore naturale, trattato con olio e cera, possibilmente in massello.

 La costruzione in metallo favorisce in tutti i modi l'intensità delle energie negative nelle stanze dove i mobili vanno collocati. Sconsigliabile abitare con arredi metallici: sono degli amplificatori. Nel caso esistano, occorre provvedere alla messa a terra, anche se non ci sono organi elettrici.

             Le forme costruttive consigliate sono le quadrangolari, evitando le angoliere e i pannelli a forma irregolare, che emettono onde di forma e incrementano le radiazioni negative.

             Gli specchi a vista, cioè liberi da protezioni, sono da evitare, così pure le grandi vetrate senza le tende perché costituiscono dei perfetti elementi di riflessione delle radiazioni. Da non collocare nella zona notte.

             I quadri alle pareti vanno controllati perché emettono spesso onde di forma negative. Sconsigliati nella zona notte.

             Le statuette costruite in legno o in vari altri materiali costituiscono dei simboli, quindi svolgono l’azione di concentrare l’energia, che spesso è negativa. Sono dotate di un consistente effetto memoria, perciò possono irradiare intense energie negative. Anche i reperti storici di vecchie abitazioni vanno accuratamente controllati sempre per lo stesso motivo.

             I materiali plastici, tipo PVC o contenenti formaldeide, rilasciano sostanze VOC, negative per l'atmosfera casalinga. Sono da evitare quando possibile. Sconsigliati nella zona notte.

             Tutti gli elementi di metallo, di grosse dimensioni, anche se non dotati di apparecchiature elettriche vanno collegati alla rete generale di terra, la cui resistenza di dispersione deve essere prossima ad 1 Ohm.

            IMPORTANTE 

           È bene sottolineare ancora una volta la frequente necessità di aerare abbondantemente le stanze, con cadenza giornaliera, e l'uso di elettrodomestici purificatori dell'aria, dotati di filtri ad acqua, che svolgano tre compiti: filtrazione dell'aria, ionizzazione negativa e vaporizzazione di olii essenziali o essenze idonee, che disinfettano e purificano l'atmosfera interna.

L'aria esterna, pur inquinata, è sempre largamente più pura di quell'interna, specie se sussistono tutti gli elementi negativi descritti ampiamente.

             La tabella riepilogativa consente una sintesi di quanto su esposto.

 

Scheda tecnica per la scelta dei mobili di arredo stanze per conseguire i migliori effetti benefici

 

Luogo

 

Colore

Effetto sull'individuo

Mobili legno per zona giorno

Vari colori o naturale. Evitare i colori scuri.

Non laccati perché rilasciano  sostanze volatili; usare tipo legno con basso effetto memoria; non mobili di metallo; forme quadrangolari e regolari. Evitare le forme strane e irregolari.

 

Mobili legno per zona notte

Quando possibile colore naturale. Evitare i colori scuri.

Preferibilmente in legno massello o a bassa stratificazione. Evitare il tipo di legno impregnato.

Trattamento di mantenimento con olio e cera; tipo legno a basso effetto memoria; non di metallo; non truciolato laminato; forma quadrangolari e regolari.

 

Mobili di metallo

Vari colori. Evitare colori scuri.

Da sconsigliare; se esistenti da collegare sempre a terra.

 

Specchi a vista in tutte le stanze

 

Da evitare quando possibile, sono dei perfetti riflettori; se possibile da coprire; non nella zona notte.

 

Grandi vetrate

 

Da proteggere con tendine appropriate; da evitare nella zona notte.

 

Quadri alle pareti

 

Da controllare la loro emissione; sconsigliati nella zona notte.

 

Statuette di legno o di vari materiali; reperti storici

 

Attenzione sono dei simboli, concentratori di energia: sconsigliati nella zona notte.

Da controllare radioestesicamente.

 

Materiali plastici

Colori vari

Attenzione: rilasciano sostanze volatili;sconsigliati nella zona notte.

 

Qualsiasi corpo metallico di grosse dimensioni

Colori vari

Collegare alla rete di terra; sconsigliati nella zona notte.

 

Simboli appesi alle pareti.

 

Colori vari.

Utilizzare solo quelli che emettono radiazioni positive per l’uomo. Evitare tutti gli altri.

 

Mobili per stanza giochi dei bambini

Colori vivi, luminosi, gioiosi, evitando il bianco ed il nero.

Evitare le laccature che emettono sostanze volatili dannose. Possibilmente in legno massello con trattamento ad olio o cera.

No di metallo e no di legno trucciolato.

Forme regolari.

 

Mobili per stanze letto bambini

Colore legno trattato con olio o cera.

Possibilmente in legno massello.

No metallo e no legno truciolato.

No trattamento di laccatura.

Forme regolari.

 

*****

 

 

            Anche nelle stanze da letto sono da evitare gli specchi a vista, non protetti dal ricevimento diretto di tutte le radiazioni visibili ed invisibili presenti nelle stanze. Esse sono rimesse in circolo ed accelerate molte volte.

             Altro arredo importante è il letto. La linea letto comprende: il letto, la rete, il materasso, la biancheria del letto, la coperta.

*****

                              



[1] La casa della salute – op. cit. - pag. 29 -

[2] La casa della salute – op. cit. - pag. 31 -

[3] Il periodo dopo il quale procedere alla pulizia e alla disinfezione dei tappeti è di circa 7 ÷ 8 anni. Tale lasso di tempo è dettato dalla esperienza acquisita dai venditori che da molti anni trattano i tappeti naturali. La pulizia va eseguita dal fornitore con l’impiego di modalità particolari.

indietro