Il radioestesista-geobiologo nella visione attuale si presenta con un bagaglio di cognizioni e conoscenze decisamente diverso dalla norma degli individui. Dovrebbe infatti:

- Conoscere bene la radioestesia. Ciò comporta una sicurezza nell'uso degli strumenti bio-evidenziatori come sono un pò tutti gli attrezzi usati nelle visure.

- Avere a disposizione una lunga esperienza, la quale costituisce la base per ogni approccio radioestesico.

- Avere dentro di sé una grande umiltà, tramite la quale l'operatore può evitare di incorrere nei più comuni errori nei rilievi.

- Possedere una ampia conoscenza di tutti i problemi che si incontrano nelle visure degli ambienti, dei mobili, dei vestiti, dei vegetali, ecc.

- Aver acquisito una visione del mondo retto dalla energia vibrazionale. Ogni cosa che il geobiologo incontra deve essere vista come un insieme di vibrazioni energetiche. Un mondo diverso, tutto in continuo movimento, vivo, dove ogni cosa ha una vita ed una collocazione perfetta, straordinaria.

- Porre ogni ragionamento in relazione al tutto ed agire sempre di conseguenza.

- Restare sempre in ogni frangente con i piedi per terra, mantenere il contatto con la realtà e con il senso della realtà, come è doveroso per procedere nelle visure geobiologiche.

- Restare infine sempre aperto a tutte le novità, alle nuove conoscenze, allo studio di ogni cosa, senza fermarsi mai.

indietro